#richiedenteASILOsignifica

Si fa spesso confusione tra “richiedente asilo” e “rifugiato”. Il primo è colui che, costretto alla fuga dal proprio Paese, presenta ad un altro Stato una domanda di protezione internazionale. Solo dopo l’accoglimento di questa richiesta, da parte delle autorità, la sua posizione cambierà in quella di rifugiato.

La definizione esatta di rifugiato deriva dalla Convenzione di Ginevra,  il documento delle Nazioni Unite presentato all’Assemblea Generale nel 1951 e attualmente sottoscritto da 144 Paesi: “Colui che per fondato timore di persecuzione per motivi di razza, religione, nazionalità, appartenenza a un determinato gruppo sociale od opinione politica, si trova fuori del Paese di cui ha la cittadinanza, e non può oppure, a causa di tale timore, non vuole avvalersi della protezione di tale Paese”.

È stata proprio l’Italia ad aprire la strada con l’articolo 10 della Costituzione (1948): “Lo straniero, al quale sia impedito nel suo Paese l’effettivo esercizio delle libertà democratiche garantite dalla Costituzione Italiana, ha il diritto d’asilo nel territorio della Repubblica, secondo le condizioni stabilite dalla legge.”

Questi sono i richiedenti asilo e i rifugiati secondo le norme italiane e internazionali, ma quali sono le “definizioni non ufficiali“, quelle che si formano nella nostra mente quando sentiamo parlare di questo tema?

Sulla traccia della campagna dell’Organizzazione Internazionale delle Migrazioni #migrationmeans, Cambalache ha deciso di lanciare una riflessione aperta su cosa significa “richiedente asilo” per ognuno di noi.

Chi volesse inviare la sua riflessione, può farlo scrivendo a chiaralibener90@gmail.com

Ecco qui sotto alcune definizioni che abbiamo raccolto.

Per approfondire:

La parola “asilo” deriva dal greco. Letteralmente significa “senza cattura, senza violenza, senza devastazione”. Formalmente, in Europa nessuno stato negherebbe mai questo diritto.

Tuttavia, il diritto d’asilo viene concesso secondo criteri ancora estremamente soggettivi, privi di una procedura standard.

Norme contenute nel “pacchetto sicurezza”, ad esempio, annullano la sospensione dell’espulsione in caso di rifiuto dello Status. All’aspirante rifugiato non resta, una volta incassato il rifiuto, che presentare immediatamente il ricorso sperando di non essere “beccato” e rimpatriato.

Sempre la Convenzione di Ginevra, all’art. 33, sancisce il principio di non-refoulement prevedendo che “Nessuno Stato contraente espellerà o respingerà, in qualsiasi modo, un rifugiato verso i confini di territori in cui la sua vita o la sua libertà sarebbero minacciate a motivo della sua razza, della sua religione, della sua cittadinanza, della sua appartenenza a un gruppo sociale o delle sue opinioni politiche”.

Il divieto di respingimento è applicabile a ogni forma di trasferimento forzato, compresi deportazione, espulsione, estradizione, trasferimento informale e non ammissione alla frontiera.

Proprio in questi giorni, dal 13 al 26 ottobre, è in corso l’operazione Mos Maiorum che ha lo scopo di “prevenire l’attraversamento illegale dei confini”, con un rafforzamento dei controlli ai valichi di terra e portuali, negli aeroporti e nelle stazioni ferroviarie, allo scopo di identificare il maggior numero di migranti che si trovano nell’area Schengen o cercano di farvi ingresso, senza regolari documenti di ingresso e di soggiorno.

Mos Maiorum si avvale della collaborazione dell’Agenzia europea FRONTEX, in un momento nel quale non sono ancora chiare le linee operative di questa agenzia con riferimento all’applicazione del principio di non refoulement.

mosmaiorum def

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...